Le mudra

le mudra dello yoga

Le mudra sembrano semplici gesti del corpo, ma sono tecniche particolari volte a risvegliare kundalini (l’energia creatrice che ha sede alla base della colonna vertebrale) e i centri del corpo sottile  i chakra. Le mudra aiutano l’uomo a percepire la sua energia interiore, a realizzare verità spirituali e a conquistare una profonda consapevolezza.

Nella pratica del prânâyâma (controllo del respiro), ci si serve delle posizioni delle mani per avere un maggiore controllo dell’attività mentale: ad ogni esercizio di prânâyâma è assegnata una particolare mudra, che contribuisce a convogliare il prana più intensamente nel nostro corpo. Nell’Hatha Yoga-Pradipika (uno dei testi base di questa disciplina, scritto presumibilmente nel XV sec.) le mudra vengono elencate in numero di dieci.

Nella danza invece le mudra sono centinaia e hanno un significato simbolico: gli spettatori leggono il movimento delle mani dei danzatori, come un linguaggio iniziatico. Nelle mani risiede, secondo le tradizioni occulte, un misterioso potere, tanto che le mudra vengono utilizzate anche per la meditazione e possono produrre effetti molto profondi.

Commenta