Sirsasana (posizione sulla testa)

Sirsasana

Sirsasana (posizione sulla testa), nota anche come la “regina delle posizioni”, è un esercizio contro lo stress. Una pratica regolare purifica e tonifica il flusso del sangue nelle cellule del cervello. Quest’asana è un tonico per coloro il cui cervello si stanca facilmente ed è inoltre una buona soluzione in caso d’insonnia, di amnesia o mancanza di vitalità. I polmoni vengono stimolati e cresce la loro capacità di resistere a qualsiasi clima e da ciò deriva che raffreddori, tossi, tonsilliti, asma e palpitazioni saranno meno frequenti. La Sirsasana mantiene il corpo caldo, cura vene varicose, emorroidi e ogni debolezza degli organi addominali.

COME SI ESEGUE? Seduti sui talloni intrecciare le dita delle mani tranne i mignoli e portarle a terra davanti alle ginocchia. Formare con gli avambracci poggiati a terra un triangolo equilatero, portare la testa al vertice di questo triangolo tra le mani. Sollevare il bacino fino a portare la parte alta della testa a terra, le mani sostengono la nuca. A piccoli passi portare i piedi verso il viso e percependo il peso del corpo sui sostegni della testa, degli avambracci e gomiti sollevare le gambe piegando prima le ginocchia e avvicinandole al busto. Quando sarete perfettamente in equilibrio sul triangolo di base allungate le gambe unite verso l’alto. Mantenere una respirazione diaframmatica e concentrarsi sul chakra sahasrāra. Per sciogliere la posizione ripetere le fasi in senso inverso. Non sollevarsi subito, ma rimanere seduti sui talloni con la fronte a terra per alcuni respiri lenti e profondi. Sollevare il busto e la testa lentamente.

Questa posizione va evitata assolutamente durante il periodo mestruale, in caso di pressione troppo alta o troppo bassa. Va anche evitata in caso di infiammazioni agli occhi con pericolo di distacco della retina, problemi alle orecchie come otite o in caso di artrosi cervicale grave.

Immagine con licenza (CC BY 2.0) jeffrey montes

Commenta